S.L.C. 500


Il siluro a lenta corsa (S.L.C.), conosciuto col nomignolo di maiale, fu costruito dalle officine San Bartolomeo di La Spezia a partire dall'autunno del 1935. Il suo utilizzo era molto semplice e al tempo stesso micidiale, veniva trasportato da sommergibili appositamente trasformati e rilasciato in prossimità del bersaglio. I due marinai, che erano alla guida del S.L.C., dovevano portarsi sotto la carena delle navi nemiche, spesso incontrando sbarramenti antisiluro e ostacoli di ogni tipo, per collocare la carica esplosiva. Questa carica che era racchiusa nella parte prodiera del mezzo, veniva sganciata dal siluro e successivamente veniva fatta esplodere al tempo stabilito da un timer.


Dati caratteristici/Specifications
lunghezza 6,70 m
armamento 1ªversione
armamento 2ªversione
armamento 3ªversione
carica esplosiva da 220 Kg
carica esplosiva da 250 Kg
carica esplosiva da 300 Kg
motore 1ªversione 
motore 2ªversione
1 motore elettrico da 1,1 cv
1 motore elettrico da 1,6 cv
autonomia 15 miglia - 4 miglia
velocità 2,3 nodi/h
5,5 nodi/h
equipaggio 2 marinai
Modello in scala 1/35  di Riccardo D'Epifanio